GITA AL MUSE – IL MUSEO DELLE SCIENZE DI TRENTO

Prima di parlarvi della nostra esperienza, vi racconto un piccolo aneddoto.

Per diversi giorni dopo aver visitato questo museo, Sissy e Moka giocavano a vestirsi di tutto punto, prendere la borsa, salutare mamma e papà e fare finta di uscire …per andare al Muse 🙂

 

Alle bambine è piaciuto così tanto questo museo che siamo entrati un giovedì mattina alle h 11:30 e siamo usciti alle h 17:30 …dopo aver convinto le bambine perché volevano restare lì ancora un po’.

Ecco, questo è stato per noi il Muse, un  posto meraviglioso dove tornare il prima possibile.

Ma vediamo ora cos’è e cosa vedere.

Parto dal ringraziare il personale, ho avuto modo di parlare con alcuni degli addetti al museo (quelli con il gilet arancione) ed ho trovato delle persone squisite, appassionate e pronte a dare ai visitatori tutte le informazioni di cui avevano bisogno.

Il Muse – Museo delle Scienze si trova a Trento ed è stato progettato da Renzo Piano, la struttura esterna richiama le montagne e anche l’interno usa la metafora di una grande montagna tutta da esplorare e che ci racconta la vita sulla terra.

La prima cosa che colpisce sono gli animali impagliati appesi nel centro e a diverse altezze così da essere visibili da tutti i piani.

La visita parte dall’alto, dalla terrazza panoramica da cui è possibile ammirare il panorama circostante e, perché no, farsi un selfie.

Al quarto piano si trovano le alte vette e i ghiacciai ed è proprio qui che inizia anche il percorso sensoriale che più ha affascinato le bambine: la riproduzione di un ghiacciaio che si può toccare!

Ci si immerge negli elementi geologici e biologici degli ambienti alpini tramite video e plastici interattivi.

Al terzo piano si trova la natura alpina ed è possibile ammirare questa meraviglia nella sua unicità.

Si prosegue al secondo piano, dove troviamo le risorse del sottosuolo e un viaggio attraverso la multimedialità per scoprire gli oggetti della geologia (fossi, minerali, rocce).

Qui è possibile simulare una valanga e un’alluvione.

 

Poi si scende al primo piano e ci si immerge nel passato.

Attraverso dei video si ammira la vita nella preistoria ed si incontrano i suoi protagonisti


Il bambino che vedete nella foto sotto è una riproduzione così reale da aspettarsi che inizi a camminare da un momento all’altro.

Dal piano primo si passa al piano interrato, dove si possono ammirare delle riproduzioni di dinosauri a grandezza naturale e una serra tropicale.
Dalla serra tropicale si torna al piano terra, il nostro piano preferito!
Qui si sperimenta dal vivo la scienza!

Ad esempio, abbiamo fatto volare una palla con l’aria e mi sono trasformata in un fachiro, sdraiandomi su un letto di chiodi.

Ho volutamente accennato al museo in generale perché il Muse è tutto da scoprire.
Se volete saperne di più andate su https://www.muse.it/

Attenzione: non tutte le attività proposte in questo blog sono adatte ai bambini. Prima di proporre un’attività ai bambini verificate che gli strumenti proposti possano effettivamente essere utilizzati da bambini e che l’attività sia adatta alla loro età. Qualora sia indicata un’età di utilizzo, la stessa deve intendersi come puramente indicativa. In ogni caso tutte le attività devono essere svolte sotto la supervisione di un adulto e i bambini non devono mai e per nessun motivo essere lasciati da soli (per continuare a leggere clicca qui ).

Metti MI PIACE alla mia PAGINA FACEBOOK per restare sempre aggiornata.

Seguimi anche su YOUTUBE, PINTEREST e INSTAGRAM

Torna alla HOME PAGE

Precedente I FIORI - TANTE IDEE PER LAVORETTI Successivo "RITRATTI DI DONNA E POI..." - NUOVA INTERVISTA

Lascia un commento