I nomi delle renne di Babbo Natale: da Cometa alla renna Rudolf

I Nomi delle Renne di Babbo Natale: da Cometa alla Renna Rudolf.

Siamo stati sempre affascinati dalle renne che aiutano Babbo Natale a consegnare regali a brave bambine e bambini. Le renne in gruppo sono solitamente impegnate nel periodo natalizio a fare un magico giro e possono portare la sua enorme slitta in aria la notte della vigilia di Natale.

Tutti sono cresciuti ascoltando la canzone delle renne e guardando i loro film, ma non hanno mai saputo davvero come fosse successo questo incontro con Babbo Natele e i loro nomi. Adesso puoi scoprire di più sulla storia delle renne di Babbo Natale e perché sono anche una parte significativa del moderno racconto di Natale.

Quali sono i nomi delle renne di Babbo Natale?

I nomi delle renne di Babbo Natale sono i seguenti: Cometa, Ballerina, Fulmine, Donnola, Freccia, Saltarello, Donato, Cupido e Rudolf. La nona renna, in realtà, non fa parte della formazione classica, ma si unì solo in seguito al gruppo diventando forse la più famosa: Rudolf , effigiata in tanti modi ma soprattutto nel famoso maglione con la renna Rudolf.

I nomi delle meravigliose creature volanti che trainano la slitta di Babbo Natale hanno avuto origine per la prima volta nella poesia “A Visit from St. Nicholas“, nota anche come “The Night Before Christmas” e ideati nel 1823 dal professore e scrittore americano Clement Clarke Moore.

L’origine delle renne di Babbo Natale

I primi resoconti scritti delle renne associate a Babbo Natale provengono dalle molte tradizioni natalizie popolari portate in America da immigrati olandesi e tedeschi. Il primo collegamento conosciuto tra renne e Babbo Natale è apparso in una poesia intitolata “A New Year’s Present“.

I simpatici quadrupedi senza i nomi sono menzionati brevemente e solo in una singola riga. Il nome dell’autore è rimasto anonimo, ma l’editore del poema ha rivelato che l’autore aveva appreso delle renne grazie a sua madre che tramandava storie antiche delle meravigliose creature.

“The Night Before Christmas”, citato in precedenza, originariamente identificava otto renne che guidavano in cielo la slitta di Babbo Natale in ogni vacanza. Queste otto renne sarebbero rimaste i membri riconosciuti dell’equipaggio di Babbo Natale da oltre un secolo ognuna con la propria personalità.

Le personalità delle renne di Babbo Natale: da Cometa alla renna Rudolf

Tradizionali e fantasiose figure simbolo del Natale, le personalità delle renne presentano diverse sfaccettature, dalla dispettosa alla divertente, dalla velocista alla seduttrice. Da Cometa alla renna Rudoph ecco i nomi e le caratteristiche delle singole individualità delle renne volanti di Babbo Natale.

I nomi delle renne di Babbo Natale

  • Cometa
    È la renna proprio alla mano e ama giocare a palla con i cerbiatti, è la renna che vuole le attenzioni e che tutti i bambini ammirano. Ha anche alcune parole di saggezza, che ispirano i bambini a comportarsi al meglio.
  • Ballerina
    È la renna con più stile ed eleganza, e da quando ha camminato, tutto ciò che voleva fare era ballare. Alla ballerina è stato persino offerto un contratto per esibirsi a Broadway, ma il suo sogno era lavorare per Babbo Natale e aiutare a consegnare i regali alla vigilia di Natale.
  • Fulmine
    È una delle renne più veloci di Babbo Natale, scattante e giocosa, proprio come un fulmine. Di conseguenza è sempre puntuale ed è sempre pronta a precipitarsi fuori dalla porta. Per questo motivo eccelle in atletica leggera durante la bassa stagione.
  • Donnola
    Ama anche portare uno specchio per guardarsi ogni tanto sulla slitta. Donnola deve anche apparire sempre al meglio perché non sa mai chi potrebbe incontrare dopo.
  • Freccia
    È a renna più bella di tutti i tempi, attira sempre molta attenzione dai maschi per la sua bellezza ed elegante stile di volo. É conosciuta per i numerosi flirt e sbatterà le sue lunghe ciglia a chiunque per ottenere ciò che vuole.
  • Saltarello
    È originario dalla parola olandese per tuono ed è sposata con Lampo. Sono la mamma e il papà del gruppo di renne e devono disciplinare i più giovani. Saltarello si prende cura degli altri assicurandosi che i loro zoccoli siano puliti prima dei loro lunghi viaggi per distribuire regali.
  • Lampo
    È il membro più coraggioso della squadra, mai che si tira indietro o si arrende di fronte alle avversità. Incoraggia il resto della squadra anche durante le tempeste più dure per assicurarsi che consegnino con successo i loro regali in tempo per la mattina di Natale.
  • Cupido
    È la renna affettuosa che porta spesso il vischio. Cupido ha un debole per i dolci e le torte sono le sue preferite, quindi assicurati di lasciarle fuori la vigilia di Natale. Ama anche cantare molto per il fastidio delle altre renne.

Rudolf, la renna più famosa

Rudolf è stata inserita nel gruppo nel 1939 grazie ad un libro di Robert L. May dal titolo “Rudolf la renna dal naso rosso“, per i grandi magazzini Montgomery Ward. Il racconto fu pubblicato come libro da regalare ai bambini nel periodo natalizio dove si racconta una famosa storia di tempeste ed eroismo.

C’era una volta al Polo Nord una giovane renna di nome Rudolf. Era una renna vivace e felice e adorava giocare nella neve. Ma un giorno, le altre renne notarono che aveva un naso rosso molto grande brillante e luminoso.

Fu presa in giro dalle altre per essere diversa e per dispetto non le concedevano di partecipare a tutte le loro divertenti attività e che non sarebbe mai stata scelta per trainare la slitta di Babbo Natale.

Tuttavia, una vigilia di Natale, il tempo era così nebbioso che le renne continuavano a perdersi e non potevano distribuire tutti i regali di Babbo Natale. Questi pensò che il naso di Rudolf fosse così brillante persino più del solito da poter agire come una forte luce per guidarlo sulla sua slitta.

Rudolf dal naso rosso

Babbo Natale gli ha chiesto di guidare le altre renne e Rudolf scortò come luce guida la squadra tirando la slitta in quella notte buia attraverso il forte vento e la fitta nebbia. Le altre renne hanno seguito il grosso naso rosso lucido di Rudolf per rimanere in pista.

Rudolf ha fatto del suo meglio per volare più velocemente e Babbo Natale riuscì a distribuire con successo tutti i suoi regali. Rudolf è diventata una eroina perché ha salvato la notte di Natale.

Le renne di Babbo Natale sono femmine?

Le renne di Babbo Natale, nella cultura popolare, sono tipicamente raffigurate come maschi perché devono trainare la grande slitta molto pesante per via dei tanti regali che trasporta.

I professori dell’Università di Edimburgo Gerald Lincoln e David Baird hanno affermato sul quotidiano inglese Telegraph che le renne di Babbo Natale non possono essere maschi per un semplice motivo.

Solo le renne femmine conservano ancora le corna a Natale; i maschi della specie perdono il copricapo prima di metà dicembre. Le renne maschi perdono nutrimento e vitalità durante i mesi invernali, quindi solo le femmine sono abbastanza forti e sane da trainare una slitta piena di giocattoli.

L’equipaggio di Babbo Natale in sintesi è tutto al femminile e sono loro che trascinano il grassoccio omone con la barba bianca con le merci attraverso le nuvole del cielo invernale.

Articolo in collaborazione con maglionenatalizio.it
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.