“IL SIGNOR POLLICE VA IN VACANZA”, IL LIBRO PER SMETTERE CON IL DITO IN BOCCA – RECENSIONI

In questa pagina ho raccolto le più belle recensioni ricevute sul mio ultimo libro “Il Signor Pollice va in Vacanza” (per saperne di più sul libro clicca QUI)

La bravissima Brunella di Mamma Writer descrive il libro così:

Nella favola – destinata a un pubblico compreso tra i due e i sei anni– l’autrice antropomorfizza le 5 dita della mano (il Signor Pollice, il Signor Indice, il Signor Medio, la Signora Anulare e la Signorina Mignolino) – tentando di promuovere in tal modo l’empatia tra il bimbo e il proprio stesso pollice che, a differenza delle altre dita, è costretto a essere succhiato tutto il giorno e tutti i giorni. Il piccolo lettore, in questo modo, si renderà conto che continuare a tenere il pollice in bocca è sbagliato, poiché costringe il povero dito a una vita infelice e poco appagante. Ma nella favola si dice anche altro: lasciare libero il pollice – ovvero abbandonare un rituale tipico dell’infanzia – significa “diventare grandi”

Leggi tutta la recensione a questo link: https://www.mammawriter.it/bimbi/il-signor-pollice-va-in-vacanza/

Il simpatico sito HashtagMamme – mamme esaurite alla riscossa come vivere il menage familiare senza perderci la testa” scrive:

“Il libro è ben scritto, il linguaggio semplice adatto alla fascia di età 2-6 anni. Ho trovato molto carine le  illustrazioni, hanno la proprietà di attirare l’attenzione dei bambini e di lasciare loro un messaggio immediato. Davvero simpatiche  le dita “personalizzate”.

Consiglio questo libro a tutte le mamme, oramai sopraffatte dalla caparbietà dei loro figli, nel mettere il loro “amico” in bocca, che hanno provato di tutto dal dito bendato allo smalto amaro.

Provate a  leggete ai vostri figli questa bella storia, chissà che come Camilla diventeranno improvvisamente grandi.”

Leggi tutta la recensione a questo link: https://hashtagmamme.it/2019/02/06/libro-signor-pollice-va-in-vacanza/

Datemi una M – Family, Life and More” descrive il Signor Pollice in questo modo:

“In modo semplice e fantasioso, l’autrice crea una favola divertente che tocca però tanti temi differenti.

“Il signor Pollice va in vacanza” parla infatti di emozioni -gioia, rabbia, paura-, ma descrive anche le attività che i bambini svolgono durante la giornata: giocano, mangiano, si lavano…

E non trascura nemmeno l’aspetto didattico: con poche pennellate le dita della mano assumono caratteristiche umane ed è più facile quindi che per i bambini imparare il loro nome.

Per risultare veramente efficacie la storia del signor Pollice gode del supporto di immagini accattivanti, disegnate da Velise Bonfante: colorate e sgargianti, nella loro essenzialità, riescono a colpire l’immaginazione dei piccoli lettori (o meglio, ascoltatori)”

Leggi la recensione completa a questo link https://datemiunam.it/il-signor-pollice-va-in-vacanza-di-irene-marzi/

Mi Sento Fortunata  la Gioia è nelle piccole cose ogni giorno. Se le sai vedere” descrive il libro così:

“Il Signor Pollice va in vacanza propone ai suoi piccoli lettori (di sperimentare la capacità) di osservare le cose da un diverso punto di vista(quello delle altre dita) e quindi di poter immaginare alternative possibili e soprattutto suggerisce di porsi di fronte all’altro (in questo caso il proprio pollice!) con empatia, cioè mettendosi nei suoi panni. Così da comprenderne i disagi, il malessere e la stanchezza. Mettersi nei panni di chi ci sta di fronte non è cosa semplice ma permette di rivelare realtà a noi sconosciute!

I personaggi minori della storia (le altre dita!) ci fanno apprezzare sfumature di ironia e di solidarietà, armi entrambe importantissime nella vita sociale: sdrammatizzando la situazione accompagnano il bambino verso una autoderminazione, una acquisizione di consapevolezza che anche lui ce la può fare e che dopo si sentirà meglio nei propri panni, più sicuro di sé e più sereno! Wow! Mica poco!”

Recensione completa a questo link http://misentofortunata.it/il-signor-pollice-va-in-vacanza/

Il Multipapà Gianluca (4 figli!) de Il Sorriso Non ha Età descrive così il libro:
“Il libro risulta di piacevole lettura. La familiarità delle parole usate rende il racconto adatto ad un bambino che ascoltando la fiaba è molto probabile che riesca a smettere col vizio di mettere il pollice in bocca…

Risulta una bellissima e delicata fiaba. Arguta l’idea di fare dialogare la bimba con le proprie dita. E simpaticissimi i dialoghi delle dita tra di loro. Secondo me una scelta azzeccata con un efficace impatto visivo.

Aggiungo che i disegni di Velise Bonfante….  sono deliziosi,  espressivi e accattivanti.”

Continua a leggere la recensione a questo link https://www.ilsorrisononhaeta.it/2019/02/pollice-in-bocca-il-signor-pollice-va-in-vacanza/

Il blog “Leggere Insieme a Mamma e Papà” delle bravissime Claudia e Federica scrive
“Il Signor Pollice va in vacanza” è un colorato albo illustrato pensato per i più piccoli per aiutarli a smettere di ciucciare il pollice. Una storia divertente caratterizzata da grandi illustrazioni, molto colorate e dai tratti semplici che accompagnano frasi brevi e di facile comprensione perfette anche per gli ascoltatori più piccoli”
Leggi la recensione completa a questo link http://www.insiemeamammaepapa.com/irene-marzi-velise-bonfante-il-signor-pollice-va-in-vacanza/

Il grazioso blog Succede a me descrive il libro in questo modo:

“L’idea è geniale. L’autrice, stufa di vedere sua figlia succhiarmi continuamente il pollice, ha pensato bene di far nascere una storia attorno al Signor Pollice.

Il testo è molto basico e semplice, ideale per la prima infanzia.
Le immagini sono qualcosa di eccezionale: grandi, accattivanti e con un utilizzo di colori in grado di attirare l’attenzione dei più piccoli.”

Per continuare la lettura della recensione vai a questo link http://www.succedeame.com/2019/02/libro-il-signor-pollice-va-in-vacanza.html?fbclid=IwAR3lVXQ_Ca6hMCAnr9D-dqW6c63fZmzXnfLtaS_l4VCa3w53RFakLCxrlt0

Per Acquistare il libro:
VERSIONE CARTACEA

EBOOK

Precedente BAMBOLE CON STECCHINI DI LEGNO / POPSICLE STICK DOLL Successivo LA LIBRERIA DI CARTONE / CARDBOARD LIBRARY

Lascia un commento