PASTA MODELLABILE (TIPO DIDO’) FAI DA TE AL MICROONDE

La pasta modellabile è uno dei giochi preferiti da Sissy e Moka, come ho avuto modo di dire in più occasioni, ne faccio oltre 1 kg alla settimana perché così se cade la posso buttare (avendo il cane spesso si riempie di peli e non è il caso di conservarla così).

La utilizzo anche quando vengono le loro amichette a giocare e facciamo molte varianti, come ad esempio quella di costruire dei pupazzi utilizzando in aggiunta scovolini, bottoni, occhi autoadesivi e piume.

Di solito la faccio facendola cuocere sul fornello, ma dato che spesso ci sono maestre che seguono il mio blog che non hanno il fornello a disposizione, ho deciso di provare una nuova ricetta facendola cuocere al microonde. Vi anticipo che anche questa modalità di cottura funziona molto bene 😉

Occorrente: 2 bicchieri di farina, 1 bicchiere di sale fino, 1/2 bicchiere di amido di mais (maizena), 2 cucchiai di olio di semi, 1 bustina di cremor tartaro, 2 bicchieri di acqua, colorante alimentare.

Il cremor tartaro è un agente lievitante che si trova in farmacia o nei supermercati al reparto pasticceria.

Versate tutti gli ingredienti in un contenitore che possa essere utilizzato nel microonde e mescolateli bene.

Una volta che non sono presenti grumi, mettete il contenitore nel microonde e copritelo con un coperchio che vada bene nel microonde.

Io faccio cuocere la pasta modellabile al microonde alla massima temperatura controllandola ogni 30 secondi. Se serve la metto altri 30 secondi e così via fino a quando non trovo la consistenza desiderata (di solito se ne faccio poca bastano 60 secondi, se no 90). Dato che i microonde possono essere diversi e il tempo varia anche in base alle quantità e agli ingredienti utilizzati, vi consiglio di verificare il tempo cuocendola la prima volta di 20 secondi in 20 secondi.
Attenzione: non tutte le attività proposte in questo blog sono adatte ai bambini. Prima di proporre un’attività ai bambini verificate che gli strumenti proposti possano effettivamente essere utilizzati da bambini e che l’attività sia adatta alla loro età. Qualora sia indicata un’età di utilizzo, la stessa deve intendersi come puramente indicativa. In ogni caso tutte le attività devono essere svolte sotto la supervisione di un adulto e i bambini non devono mai e per nessun motivo essere lasciati da soli (per continuare a leggere clicca qui ).

Metti MI PIACE alla mia PAGINA FACEBOOK per restare sempre aggiornata.

Seguimi anche su YOUTUBE, PINTEREST e INSTAGRAM

Torna alla HOME PAGE

Precedente DOUDOU CONIGLIO PINO - Käthe Kruse (RECENSIONE) Successivo BIGLIETTO A FORMA DI PAPA'

Lascia un commento

*