SCATOLA SENSORIALE PASQUALE

Oggi vi propongo una scatola sensoriale (o come la chiamo io una scatola delle meraviglie) a tema Pasqua.

Sissy e Moka adorano le scatole sensoriali e appena posso gliele propongo perché sono semplici da realizzare, si può usare quello che si ha in casa e le bambine possono giocarci come meglio credono.

A me piace costruirle a tema e questa volta ho scelto la Pasqua, visto l’evento in avvicinamento. Ho voluto anche inserire degli elementi in più per giocare con numeri e lettere.

Occorrente: contenitore trasparente, paglia verde, tappi di sughero, adesivi pasquali, ovetti glitterati, lettere e numeri

Come base ho utilizzato un contenitore trasparente, di quelli che si usano per riporre le cose. L’ho scelto un po’ grande dato che ci devono giocare due bambine. Se non avete una scatola così e dovete acquistarla vi consiglio di utilizzare una base trasparente così potete utilizzarla in tutte le occasioni, oppure potete utilizzare la classica bacinella da bucato (ovviamente ben pulita).

All’interno, per simulare il prato, ho posizionato della paglia verde, non conosco il nome tecnico, è quella che si usa ad es. per le confezioni regalo. In ordine sparso e il più possibile incastrati all’interno del prato ho messo dei simpatici ovetti glitterati di polistirolo.

Per creare i personaggi, non avendo nulla in casa, ho preso degli adesivi a tema Pasqua e li ho attaccati su dei tappi di sughero.

Per quanto riguarda le modalità di gioco ho lasciato libere le bambine di studiare la scatola e giocarci come meglio credevano e poi le ho coinvolte in una caccia alla lettera prima e in un gioco “conta gli ovetti” poi.

Ovviamente io ho realizzato la scatola sensoriale con quello che avevo in casa ma è proprio questo il bello!

Date uno sguardo alla sezione PASTE MODELLABILI del blog (per accedervi cliccate qui) troverete oltre 20 ricette!

Attenzione: non tutte le attività proposte in questo blog sono adatte ai bambini. Prima di proporre un’attività ai bambini verificate che gli strumenti proposti possano effettivamente essere utilizzati da bambini e che l’attività sia adatta alla loro età. Qualora sia indicata un’età di utilizzo, la stessa deve intendersi come puramente indicativa. In ogni caso tutte le attività devono essere svolte sotto la supervisione di un adulto e i bambini non devono mai e per nessun motivo essere lasciati da soli (per continuare a leggere clicca qui ).

Metti MI PIACE alla mia PAGINA FACEBOOK per restare sempre aggiornata.

Seguimi anche su YOUTUBE, PINTEREST e INSTAGRAM

Torna alla HOME PAGE

Precedente Lavoretti PRIMAVERILI con la pasta al bicarbonato Successivo UOVO A PUNTINI (lavoretto per Pasqua)

Lascia un commento